venerdì, Febbraio 23, 2024

HPE: trasformazione, sostenibilità e partnership di canale

Il 12 aprile scorso si è tenuta nella sede HPE di Cernusco sul Naviglio la presentazione sull’ evoluzione dell’offerta per la Trasformazione Digitale, la Sostenibilità e il rafforzamento della Partnership di canale.
Tra gli invitati, oltre i giornalisti delle maggiori testate del settore ITC, erano presenti anche i partner, i distributori e geo-partner per un messaggio di partnership e di innovazione tecnologica.

Nell’ultimo anno HPE ha annunciato molte novità, sia nel campo dei prodotti hardware (come server e storage nel quale ha una leadership decennale), ma anche nuovi modelli di business che permettono alle imprese di accedere a queste soluzioni in modalità più agile e sostenibile insieme a nuovi prodotti di grande impatto che beneficiano di un modello di vendita ‘’as a service’’.

evolversi

Durante la conferenza stampa è intervenuto Paolo Delgrosso, Channel Sales Director HPE, che ha sottolineato come la stretta relazione tra distributore, rivenditore e utente finale siano elementi fondamentali per creare valore e un nuovo concetto di “cloud” che unisce imprese e territorio nello sforzo verso la digital information, una catena del valore che vede come fattore essenziale le competenze dei partner di prossimità.
Altro tema su cui si è soffermato Paolo Delgrosso è l’importanza dei dati e del potenziale che essi possono esprimere nell’indirizzare le strategie delle aziende.
Utilizzare questo potenziale non è banale e richiede un cambiamento radicale nei processi che portano alla trasformazione digitale delle aziende dove i dati occupano una centralità nella trasformazione digitale e specialmente aumentare la cooperazione tra le varie source di dati.

Una nuova generazione di server HPE Proliant Gen11

nuovi Proliant Gen11

È la risposta che HPE sta dando alla richiesta di nuova potenza di calcolo anche in ambito as a service.
Una nuova generazione di server progettata per potenziare gli ambienti ibridi e supportare la trasformazione digitale.
Ne ha parlato Paola Rigoldi, Compute Solutions BU & Sales Manager, spiegando come i nuovi ProLiant Gen 11 sono Server che hanno alcune caratteristiche innovative date dall’essere: 

  • Intuitivi: grazie al nuovo sistema di gestione ‘’HPE Greenlake Compute Ops Manager’’, che permette una gestione dell’intero ciclo di vita del server anche per server distribuiti da un punto centralizzato.
  • Sicuri: dalla costruzione in fabbrica al software.
  • Ottimizzati: per i carichi di lavoro come: l’AI, il machine learning, VDI, Data analytics etc.

Attraverso la console di gestione (cloud-native) si incrementa l’efficienza operativa, automatizzando in completa sicurezza il processo di installazione, monitoraggio e gestione dei server, potendo eseguirlo non necessariamente dalla sede dove sono presenti i server.
COM (Compute Ops Management) è incluso in tutti i server della famiglia HPE ProLiant Gen11 ma anche in modalità as-a-Service sui server HPE ProLiant Gen9 e Gen10.

Una nuova generazione di Storage HPE Alletra e l’evoluzione degli HPE GreenLake Cloud Services

HPE Alletra

Fabio Tognon, Data Services Director,ha ricordato come per HPE loStorage viene visto nell’ambito dei service based e in questa chiave vediamo la nuova generazione di storage HPE Alletra e l’evoluzione degli HPE Greenlake Cloud Services.
Sulla gamma HPE Alletra e i nuovi data service di HPE GreenLake sono state apportate innovazioni per rendere semplice e competitivo il management delle diverse tipologie di dati, delle procedure e sui carichi di lavoro.
Alcuni esempi citati nella presentazione si sono focalizzati su servizi innovativi come:

  • HPE GreenLake for File Storage: un servizio scale-out che semplifica la gestione dei dati ed è in grado di trasformali più rapidamente, diminuendone i tempi di analisi.
  • HPE GreenLake for Block Storage: semplifica la gestione dei dati con l’agilità del self-service per tutte le app del cliente.

La gestione dei dati nel cloud ibrido con HPE GreenLake

HPE GreenLake

Alla data attuale il modello più diffuso che le aziende italiane stanno adottando per il cloud ibrido è HPE GreenLake, in grado di offrire i tre livelli di protezione che tutte le aziende mirano: Disaster recovery, Backup e Ripristino.

HPE GreenLake for Disaster Recovery, realizzato con la tecnologia Zerto, garantisce un ripristino rapido e flessibile in caso di interruzione, attraverso una procedura automatizzata e gestita su più virtual machine riducendo la perdita di dati e i tempi di fermo dei sistemi, proteggendo i dati sia che siano on-premises che in cloud.

PER SAPERNE DI PIU'

HPE si avvale di 4 Distributori autorizzati che operano supportando i Partner sia per prodotti a Volume con scontistiche mirate, sia per prodotti a Valore, con una struttura tecnica altamente qualificata.

computer gross
esprinet
Ingram
td-synnex